Santech N77 - Analisi tecnica


Visto e considerato che questa è stata quella più letta e commentata in assoluto, ho il piacere di darvi il benvenuto nella versione rivista e aggiornata della mia recensione sul Santech N77 (alias Clevo P150EM). Sono state aggiunte alcune voci, modificate diverse parti qua e là, ed è stata ampliata la sezione "Performance generali e nel gaming" con informazioni più dettagliate sulla 680m, e la sezione "Display". Il voto finale ovviamente non è stato minimamente toccato.
Ma non finisce qui, ho anche creato un articolo separato dalla recensione chiamato modding, tips & tricks, il cui contenuto potreste facilmente intuirlo. Il link lo trovate poco dopo lo stacco, anche se purtroppo per il momento è ancora "work in progress" e arriverà solo prossimamente.

Buona (ri)lettura.

__________________________________


Iniziamo con l'introdurre brevemente l'azienda. La Santech è un'azienda italiana con sede ad Alife (in provincia di Caserta) nata diversi anni fa, precisamente nel 2004, che vende come tante altre aziende straniere assemblati Clevo, principalmente notebook da gaming con specifiche piuttosto alte, tanto che si potrebbe quasi parlare di workstation.
I veri punti di forza di Santech, e ciò su cui l'azienda punta molto, sono principalmente il tempismo con cui rendono disponibili i prodotti rispetto a quanto fanno diversi altri produttori, l'assistenza tecnica veloce e sempre disponibile, e il cercare di vendere ad un buon compromesso qualità/prezzo.

Si, molti ora diranno "Ahhh sede a Caserta..." e chiuderanno il browser. Un consiglio: non lasciatevi offuscare dai pregiudizi e continuate a leggere se siete interessati, anche perché non si può fare di tutta l'erba un fascio. Anche io inizialmente avevo i miei dubbi, lo ammetto, ma poi ho sentito l'opinione di decine e decine (e decine) di persone entusiaste che lodavano la qualità e le prestazioni generali dei notebook e l'assistenza, e alla fine mi sono dovuto ricredere.

Come dicevo il Santech N77, come tutti gli altri notebook dell'azienda, è un assemblato Clevo. In particolare questo è il Clevo P150EM da 15,6''. La recensione tratterà ovviamente la mia specifica configurazione, ovvero:

CPU - Intel Core i7-3720QM (Ivy-Bridge quad-core) @2,60 Ghz
GPU - Nvidia GeForce GTX 680m (vram da 4gb) + Intel HD4000 (integrata nella CPU)
Unità di archiviazione - SSD Samsung 830 da 512gb (no Hard-Disk meccanici)
RAM - 8gb di tipo ddr3 a 1600mhz (dual channel)
Display - LG WLED FullHD (8ms)
OS - Windows 7 Home Premium 64bit

Link utili:
Sito ufficiale Santech
Driver aggiornati per Windows 7
Ultimi BIOS / EC per N77 (se l'antivirus lo rileva come malware state tranquilli perché è un falso positivo)

Per altre info tecniche (più approfondite) vi rimando al link dedicato al modding (work in progress), con il riassunto di tutte le mie esperienze in merito su questo N77.



Design (8/10 - soggettivo)
  Qualità costruttiva/assemblaggio (7/10)

C'è da dire che molti che possiedono questo portatile ne hanno fortemente criticato il design, ritenendolo troppo spartano e anacronistico. Per me non è così: forse spartano mi sarà sembrato nei primi momenti, ma poi mi sono dovuto davvero ricredere. Ci sono molti elementi, soprattutto diversi led di stato posti ai lati e nella fascia frontale in basso a sinistra del portatile che, insieme alla forma, che definirei "particolare", di tutto lo chassis, fa sembrare il notebook davvero moderno, specialmente se lo si osserva a coperchio chiuso. Quindi per me non c'è nessun difetto in questo senso, in quanto a design fa il suo dovere, è molto particolare e si distingue dalle forme un po' ambigue e anonime di quasi tutti i notebook commerciali; e di Apple.

Discorso inverso per la qualità costruttiva, o almeno in parte.
Non posso dire che sia assemblato benissimo, da un Clevo mi aspettavo qualcosina di più, ecco tutto. C'è da fare presente qualche difetto come il piedino di destra che molte volte non appoggia completamente al suolo; la cornice del display non proprio costruita benissimo, con qualche sbavatura nella parte inferiore; o la tastiera, che presenta qualche leggero dislivello e cede (ma di poco) in due-tre punti, ma per il resto io l'ho trovata abbastanza piacevole da usare (certo, non tra le migliori) e mi ci sono abituato già dopo poco tempo dall'acquisto del notebook.

Al contrario però devo ammettere che sempre a livello costruttivo ho gradito diverse scelte, come:
1) Altoparlanti posizionati in orizzontale dietro la tastiera
2) Retroilluminazione della tastiera, oltretutto regolabile
3) Il materiale usato che è una specie di policarbonato con una rifinitura particolare sensibile al tatto
4) Due ventole, una per il processore e una per la scheda video, posizionate dietro alle estremità del notebook estremamente efficienti
5) Marchio con il logo posizionato sul coperchio, molto bello
Non altrettanto si può dire dell'etichetta bianca con il marchio posizionata sotto il display, che stona decisamente con il resto del portatile, completamente grigio scuro/nero.







Performance generali e nel gaming (9.5/10)



Vi assicuro che ho provato a metterlo in ginocchio diverse volte, con mio completo fallimento. D'altronde, con una combinazione Quad-Core / SSD / Nvidia di fascia alta è piuttosto difficile.
Fondamentalmente, proprio perché è una vera e propria bestia selvaggia non so che cosa aggiungere, se non ricadendo nello scontato. Perciò si potrebbe solo dire che:
  • Cronometrando impiega circa 10-15 secondi per arrivare alla schermata di login, mentre per spegnersi circa 6-7 secondi. Con Windows 8 è probabile che accensione/spegnimento avvengano in soli 2-3 secondi.
  • Volendo si potrebbe anche avviare un rendering (magari non pesantissimo perché dipende molto anche dalla ram, e 8gb non sono molti in questo senso) mentre si naviga su internet ascoltando musica e si avvia la compressione di archivi senza metterlo in ginocchio...oppure fare molto di peggio.

Mi dispiace solo di non poter postare qualche risultato di pcmark o furmark, li avevo fatti un pò di tempo fa ma poi ho dovuto formattare per via di un piccolo problemino, e da allora non li ho più reinstallati.
Posso dirvi però che con 3dmark11 versione base avevo totalizzato circa 6100 punti, quando i driver per la 680m erano ancora i primissimi. E' probabile che a breve rifarò il test e posterò anche uno sulla CPU e sulle temperature. Se siete interessati quindi tenete sempre d'occhio la recensione, perché è probabile che la aggiornerò spesso.

Risultati 3dMark11 aggiornati
3dmark11 ("centered") di luglio 2012:  santech-n77-3dmark11-test-29/07/12  (driver 302.71 beta)
3dmark11 (a tutto schermo) di febbraio 2013: santech-n77-3dmark11-test-13/02/13  (driver 310.90 whql)


- NVIDIA 680M -
Si, so cosa state pensando: "I 300 euro in più pagati per questa GPU sono realmente giustificati o è solo uno spreco di soldi?"
Beh vi dirò, da un anno a questa parte posso ritenermi soddisfatto dell'acquisto e, certo, 300 euro me li sarei risparmiati volentieri, ma finora questa 680M mi ha sempre stupito permettendomi di giocare praticamente ad ogni titolo con tutte le opzioni al massimo, MSAA (o FXAA, all'occorrenza) e v-sync attivi, tutto a risoluzione nativa (1080p) con 60fps fissi, o in un range dai 30 ai 60 in giochi con engine piuttosto pesanti o male ottimizzati. Avete idea di che vuol dire per uno che ha sempre e solo giocato, anche a titoli abbastanza recenti, su un PC vetusto con Pentium 4, dovendo peraltro sempre stare a trafficare con i settaggi? Lascio a voi immaginare.
In più essendo una nvidia possiede la tecnologia Optimus (che rispetto ad Enduro non ha mai avuto problemi), PhysX (anche se non è mai stato realmente sfruttato a dovere è sempre comunque utile averlo), ma soprattutto CUDA che risulta davvero utile, per non dire fondamentale, a chi ha intenzione di usare questo notebook per photo editing o grafica/animazione 3D.
Perciò dal punto di vista delle potenzialità, delle caratteristiche e delle performance, non ci si può proprio lamentare.

E allora, dov'è la fregatura?
La "fregatura", se così la vogliamo chiamare, risulta in una limitazione imposta da nvidia per quanto riguarda le temperature, limitazione di cui sarei tanto voluto venire a conoscenza prima di acquistare il notebook, cosa che però non fu possibile poiché la 680M era appena uscita.
Consiste nel limite oltre il quale il processore grafico inizia a diminuire il clock permettendo di raffreddarsi, ovvero il famoso fenomeno del thermal throttling, un meccanismo di sicurezza che di riflesso altera in maniera incontrollata il framerate portando qualsiasi applicazione abbastanza pesante (principalmente giochi) ad andare terribilmente a scatti, rendendola quindi inutilizzabile finché la temperatura non si sarà abbassata nuovamente entro i limiti di sicurezza. Per farla breve quindi, la 680M inizia ad andare in throttling a partire dagli 88° circa, una cosa a dir poco inaccettabile considerando che le alte temperature per una GPU mobile di fascia alta confinata in un case da 15,6'' sono piuttosto nella norma.
Per cercare di arginare o addirittura risolvere alla radice il problema consiglio di informarsi leggendo l'articolo a parte dedicato al modding.



Display (8/10)

Il display standard dell'N77 (uno dei due disponibili all'acquisto) è a tecnologia TN (Twisted nematic) LG anti-riflesso a risoluzione 1080p ed è di più che buona fattura, considerato anche il fatto che è un pannello a tecnologia WLED (White LED) e non RGB LED come molti pannelli di fascia alta (come quelli che un tempo montava Dell).

- Che significa White Led? Parlando di retroilluminazione del pannello, significa che vengono usati dei diodi che emettono solo luce bianca e non rossa/verde/blu come accade nei RGB, portando ad una minore saturazione dei colori (che può essere o meno un pregio) e ad una minore precisione nella realisticità degli stessi (perché ovviamente si ha a disposizione una sola tonalità di partenza anziché tre).
Per avere informazioni più dettagliate consiglio di informarsi via internet. Come si dice: "google è il tuo migliore amico"). -

Nonostante questo la resa dei colori è comunque ottima, lo si nota specialmente nei giochi dove il pannello dà sicuramente il meglio di sé. Nessun problema particolare da segnalare sotto questo aspetto, fatta eccezione di alcuni difetti propri sia dei pannelli TN in generale, sia di questo specifico:
  • Pessimi angoli di visione, soprattutto verticali: già solo guardando il display di fronte la zona inferiore possiede colori invertiti, specie su bianchi e grigi
  • Eccessiva granulosità delle tinte unite, purtroppo impossibile da correggere poiché proprietà del pannello stesso. In ogni caso dopo un pò di tempo ci si fa l'abitudine. Alternativa è quella di ordinare anziché quello standard, il pannello NTSC 95% che ha colori più saturi ed è più adatto a chi fa stampe digitali, ma non presenta la suddetta granulosità eccessiva
  • Effetto violaceo che si nota se si guarda uno sfondo bianco leggermente dall'alto (ma ho scoperto che è regolabile trafficando con i settaggi dei colori nel pannello della Intel hd4000)

Essendo un TN però è inspiegabile è il tempo di risposta di addirittura 8ms (considerate che lo standard dei monitor TN utilizzati per il gaming di solito è attorno ai 2ms), e continuo ancora a chiedermi se i dati riportati da Santech siano esatti o meno; ciononostante l'immagine risulta sempre pressoché ferma e stabile, anche quando viene messa a dura prova in giochi piuttosto frenetici o film d'azione particolarmente movimentati.



Audio: altoparlanti (5/10)
           altoparlanti con THX TruStudio (6/10)
           cuffie (7/10)

E qui arriviamo ad una nota dolente, l'audio tramite altoparlanti esterni.
Che dire? Che è davvero pessimo, nel caso in cui non si decida di usare il software Creative THX TruStudio fornito gratuitamente insieme al notebook; e usarlo direi che non è un'opzione, anche perché senza di esso l'audio fa veramente pena: senza il software della Creative infatti i bassi, pur essendo presente un mini Subwoofer da 3W posto sotto la base del notebook, sono praticamente assenti; e ripeto: assenti.
Con il giusto compromesso comunque, forzando i bassi tramite il programma e aggiustando l'audio tramite alcune altre opzioni, si riesce ad avere un audio decente, diciamo "normale".

Aggiungiamo pure un punto al voto usando le cuffie, decisamente meglio di quello tramite gli altoparlanti, soprattutto se ne avete un paio di una buona marca; anche se, la cosa migliore, sarebbe quella di utilizzarne un paio usb anziché via jack da 3.5'', in modo da bypassare l'output diretto dalla scheda audio e migliorare quindi la qualità complessiva del suono.



Batteria (8/10)

Devo dire che quando comprai questo N77 non avevo alcuna aspettativa per la batteria, e invece mi son dovuto ricredere. Sapevo che la tecnologia Optimus di Nvidia era ottima ma mai mi sarei immaginato che la batteria durasse tanto su un notebook con componentistica del genere. Sarà sicuramente anche dovuto ai consumi minori dell'architettura Ivy Bridge.

- Per chi non lo sapesse la tecnologia Optimus di nvida integrata nei driver permette di usare la scheda video Intel come primaria, e di switchare solo occasionalmente alla dedicata nvidia quando avviamo applicazioni che la richiedono (come giochi particolarmente esigenti). In questo modo si guadagna sul calore e sui consumi, e ovviamente la ventola della scheda dedicata è spenta in uso normale. Da notare che dal pannello di controllo nvidia si possono scegliere quali programmi avviare con una scheda o con l'altra...ma di solito fa tutto lui, raramente ho dovuto cambiare qualcosa. -

La batteria di questo notebook è una 8-celle ai polimeri di litio, neanche tanto pesante. Ha una dimensione rettangolare e si incastra nella parte inferiore sinistra del notebook.
Vi dico solo che ho provato a giocarci con la scheda grafica dedicata per una mezzora, e stava tenendo duro. In ogni caso l'utilizzo consigliato e ottimale è quello abbinato ad Optimus e alla Intel HD4000, con la quale è in grado di superare abbondantemente le due-tre ore in uso standard (web surfing, musica, et similia).



Dimensioni e peso del notebook (8/10)
  Dimensioni e peso dell'alimentatore (5/10)

"Perché un voto a parte per pc e alimentatore?" chiederete. Semplice, perché per soddisfare la fame di Watt di tutte le componenti all'interno, ma soprattutto della GPU dedicata, serve un uber-alimentatore da 180W che, come alcuni potranno immaginare, è grosso e ingombrante.
In parte forse si potevano contenere le dimensioni un pò di più, in parte forse no (non sono un ingegnere, non posso saperlo), fatto sta che questo è il vero ed unico cancro del notebook. Ma attenzione perché, pur essendo un problema non indifferente, c'è da dire che è una cosa normale per un notebook del genere; quindi è un aspetto negativo fino ad un certo punto, giusto perché limita la trasportabilità, salvo comprare una borsa bella capiente o mettere il PC in una borsa e l'alimentatore in un'altra. Alternativa è quella di usare la batteria la cui durata come ho già detto, considerata la componentistica, è ottima.
Immaginatevi di andare all'università e portarsi appresso un alimentatore del genere: non è proprio l'ideale, molto meglio usare la batteria.

Per quanto riguarda le dimensioni in sè del portatile, sono più che ragionevoli per essere un 15,6'' della fascia notebook da gaming. Tenendo conto poi che è alto circa 3,5cm davanti e 4cm dietro, il peso con batteria inserita è più che accettabile (attorno ai 2.5kg) ma va tenuto presente che io ho chiesto appositamente alla Santech di eliminare l'hard-disk meccanico dalla configurazione, risparmiando così diversi grammi.



Rumorosità (7/10)
  Calore (9/10)
    Temperature (8/10)

Molto buono anche sotto il comparto rumorosità e temperature, mentre eccelle invece in quello legato al calore emesso: il notebook infatti è fresco sempre e comunque, sia durante l'uso normale sia in giochi esosi o particolarmente esosi. Il palmrest è sempre a temperatura ambiente e non si scalda mai; stesso discorso per la tastiera, fatta eccezione della parte sinistra per via della posizione del processore situato proprio in quella zona, ma comunque niente di particolarmente fastidioso, anzi.

Le temperature anche sono molto buone, specie considerate le dimensioni dello chassis (dissipare tutto il calore in un notebook da 15,6'' non è proprio semplicissimo).

- Temperature in idle e uso normale:

CPU: circa 45-48°, con eventuali picchi a massimo 60-65-70° a seconda dell'uso

Nvidia: 30-35° (non è utilizzata)

SSD: 30-35°


- Temperature nei giochi:

CPU: 60-65° min / 80-85° max.
Nota: se la temp. massima raggiunge e supera i 90° è colpa della polvere sul dissipatore relativo, o della pasta termica applicata male.

Nvidia: 60° min / 85° max.
Nota: se la temp. massima raggiunge i 90 ed oltre, riapplicare la pasta termica sul die, pulire la polvere tra i due dissipatori di chip e vram, e infine applicare un foglio di alluminio sopra entrambi.

SSD: 40° max


La rumorosità è un discorso a parte, buona per essere principalmente un notebook da gaming ma per forza di cose un minimo rumoroso ci è: rumoroso nei giochi, non lo nego, dove entrambe le ventole girano praticamente a massimo regime (soprattutto quella della scheda video) e sopportabile nell'uso normale dove ogni tot tempo la ventola del processore si spegne quando la temperatura è nei valori normali (di solito è quasi sempre attiva e gira a basso o medio regime).
Una cosa sensata è quella di aggiornare la sezione KBC/EC del BIOS sempre all'ultima disponibile, poiché è proprio questa a gestire la rotazione delle ventole.



Connettività (9/10)
  Personalizzazione e "upgradabilità" futura (8/10)

Questo notebook ha tutte le porte possibili ed immaginabili. Andando con ordine, abbiamo:

Lato sinistro:  porta firewire, porta ethernet, porte usb3 (x2) + eSata/usb3 combinata, lettore sd.
Lato destro:  porta usb 2, jack ingresso linea, jack uscita S/PDIF, jack per microfono, jack per cuffie, lettore Blu-Ray.
Dietro:  uscita DisplayPort, uscita hdmi, uscita DVI, porta per l'alimentatore.

Unico neo, la presenza di un'unica porta USB 2.0 dove di solito collego mouse o tastiere esterne. Pazienza, in compenso ci sono ben tre porte USB 3.0.
All'interno, invece, abbiamo:
  • due slot per SSD, tradizionale da 2,5'' ed mSata
  • uno slot per Hard-Disk tradizionale
  • due slot per la RAM (fino a 16gb in dual channel)

Tutto quello che ho elencato può essere sostituito, comprando i singoli pezzi su siti esterni oppure ordinandoli direttamente da Santech. Infatti, RAM, SSD tradizionali e mSata e Hard-Disk possono essere smontati e cambiati senza grosse difficoltà estraendo i relativi vani (nel caso dell'hdd meccanico togliendo prima anche il lettore dvd/blu-ray).

Le capacità di personalizzazione quindi sono davvero molteplici, tuttavia c'è da fare una precisazione riguardo CPU e GPU:

CPU -  E' possibile effettuare un upgrade solo se il socket è il medesimo. Questo significa che se acquisti il pc con un processore, per esempio, della serie 4xxx sarai confinato in quella serie, poiché i nuovi Broadwell avranno socket diverso. Idem se decidi di aspettare e acquistare una cpu Broadwell, a quanto pare Skylake (successiva architettura) avrà lo stesso un socket diverso.

GPU -  Riguardo la scheda dedicata, in teoria con Clevo alcuni anni fa era una certezza. Adesso dipende da due cose: il socket (come per la CPU deve essere lo stesso, in questo caso MXM 3) e soprattutto il bios, senza il supporto del quale si può fare ben poco. Nello specifico sull'N77, per via della mancanza di un bios ufficiale che ne fornisca il supporto, non è possibile montare nè una GTX 780M nè una GTX 880M. Occhio che ho fatto l'esempio con le Nvidia, ma il discorso vale anche per AMD.

Un vero peccato, ed è per questo motivo che la sezione relativa alla "upgradabilità" futura prende un 8 anziché un 9. Interessante vedere come la cosa sia limitata al solo N77, considerato che pare sugli attuali N87 il discorso è di gran lunga diverso.



Touchpad (6/10)

Il touchpad non è dei migliori, una mano gliela dà sicuramente il software della synaptics, altrimenti sarebbe una vera e propria lotta. I tasti li ho trovati molto scomodi, fin troppo duri, mentre la superficie mi piace perché ha sempre quel materiale fine e sensibile al tatto simile a quello del coperchio e più in generale di tutto lo chassis (probabilmente ABS). In generale però odio i touchpad e non li userei mai, se non costretto.

Inoltre c'è un problema fastidioso di conflitto tra touchpad e tastiera che mi ha portato all'esasperazione più di una volta. In pratica spesso le zone esterne sono talmente sensibili che mentre si digitano i tasti si sfiora o si preme parte dell'area adibita ai tocchi, causando lo spostamento del cursore e quindi anche del testo digitato. Il risultato è che molte volte pensiamo di star scrivendo su un rigo e all'improvviso la frase viene spezzata e portata su un altro perché il cursore si è spostato mentre noi toccavamo inavvertitamente il touchpad. L'unico modo per risolvere questo problema è quello di diminuire la sensibilità al tocco dalle impostazioni synapctics, o alla peggio disattivarlo temporaneamente mentre si scrive sulla tastiera tramite la combinazione fn+f1.



Assistenza e professionalità (9/10)

L'ho voluto lasciare apposta come ultimo punto perché è, forse, quello a cui va data maggiore importanza. Ho potuto sperimentare l'assistenza di questa azienda e devo dire che è seconda forse solo a quella Dell, almeno com'era fino ad alcuni anni fa. Tenete conto che la Santech offre di base sempre ben tre anni di garanzia con ritiro a domicilio e ritorno entro 48h, senza alcuna spesa.

Come avevo accennato all'inizio della recensione, ho potuto sperimentare sia direttamente (spedendo il notebook in assistenza) sia indirettamente (supporto via email) la qualità dell'assistenza perché ho avuto un paio di piccoli problemi, uno legato alla dissipazione della scheda video e un altro legato alle cerniere, che hanno sempre prontamente risolto in poco tempo; e quando ho dovuto spedirlo mi hanno ridato il portatile esattamente come glielo avevo consegnato, nelle stesse condizioni.

Oltretutto per qualsiasi cosa, e dico sul serio, per qualsiasi cosa, che riguardi ovviamente dettagli tecnici/commerciali o domande relative, c'è il servizio via mail che oltre ad essere quasi fulmineo è anche piuttosto efficiente: risposte sempre gentili e risoluzioni al problema. Insomma, veramente una delle migliori assistenze post-vendita che io conosca.



Riassunto: Likes & Dislikes

LIKES

- Performance generali e nei giochi
- Assistenza post-vendita
- Rapporto qualità/prezzo delle componenti, tranne per la nvidia, ma non è colpa loro
- Ottima resa dei colori del display, considerando che è uno standard WLED
- Finitura dei materiali, pur essendo "semplice" ABS
- Led di stato, molto utili
- Durata della batteria sopra la media considerata anche la (esosa) componentistica di primo livello

DISLIKES
- Qualità costruttiva/assemblaggio migliorabile
- Audio tramite altoparlanti
- Il thermal throttling della 680m: entra in ballo a temperature relativamente ancora troppo basse!
- Eccessiva granulosità del pannello standard sulle tinte unite
- Alimentatore abnorme...ma ci si deve fare l'abitudine
- Una o due porte usb2 in più non mi sarebbero dispiaciute



Commento personale e valutazione

Il Santech N77 (alias Clevo P150EM) è un ottimo notebook da gaming che può benissimo fungere da desktop replacement, così come da (più che) ottima workstation.
Performance eccezionali in peso e dimensioni accettabili (stiamo pur parlando di un una componentistica di fascia high-end in un 15,6'') e temperature piuttosto contenute, considerata la componentistica interna. Le capacità di espansione inoltre sono tante, a partire dalla possibilità di espandere la RAM e di poter aggiungere/sostituire SSD e Hard-Disk tradizionali senza troppi problemi e con una facilità rara da trovare.
Purtroppo non sono da sottovalutare alcuni lati negativi come un assemblaggio che si alterna tra luci ed ombre, e l'inspiegabile (in realtà meno di quanto si pensi) scelta di Clevo di non fornire supporto BIOS per le nuove GPU, limitando in futuro questo N77, salvo uscita di mod, alle sole AMD 7970M e Nvidia 680M.
Ciononostante, a prescindere dai difetti, a distanza di più di un anno dall'acquisto posso tranquillamente dire che, se potessi tornare indietro, senza dubbio lo comprerei di nuovo.

La Santech, dalla sua, è una ditta seria ed affidabile. Qualcosa (anzi, più di qualcosa) andrebbe corretto e/o migliorato in fase di assemblaggio (e in parte dipende dagli assemblati Clevo) ma sono fiducioso, anche perché è un'azienda ancora relativamente giovane e sicuramente migliorerà tantissimo con il passare degli anni.
Complimenti per l'ottima assistenza, continuate così!
8.5/10

Commenti

  1. Ammazza che bestiolina interessante! Il trasformatore sembra grosso quanto quello della X360 però, abbastanza mostruoso!
    Complimenti per la perizia di analisi...attendo la recensione di SC! :D

    RispondiElimina
  2. Cmq sono di CESENA almeno le province d'Italia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non capisco cosa intendi dire, sinceramente...

      Elimina
    2. Intendeva probabilmente la sede della Santech, che comunque si trova ad Alife (Caserta), non certo a Cesena

      Elimina
  3. Ma è davvero così ottima questa azienda???????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A mio parere si, sicuramente una delle migliori aziende italiane in questo settore.
      Sicuramente potrebbero migliorare in alcune cose, ma l'assistenza post-vendita è veramente buona, e questo parametro in una azienda produttrice di PC è estremamente importante.

      E comunque gran parte di quello che penso riguardo l'azienda l'ho già scritto qui. Poi ovvio, sono sempre miei pareri.

      Elimina
  4. Indubbiamento sono pareri personali..

    Comunque complimenti per la discussione. Ho aggiunto il sito tra i miei preferiti...

    RispondiElimina
  5. Senta lei...oggi spulciavo il nuovo sito della Santech e mi sono abbastanza innamorato del X76, che configurato come piace a me costa meno di Alienware, ma questo ha l'assistenza uberfiga e la possibilità non banale di scegliere componenti migliori dove e come voglio. Ergo, dato che nel weekend tornerò, mi presenterò a casa tua non solo per recarti un saluto ma anche per osservare dal vivo il parente ricco del X76! :D

    RispondiElimina
  6. Salve. Anche io sto prendendo in considerazione questa casa costruttrice, la Santech, per il prossimo notebook workstation replacement. Ma francamente sono deluso dal sistema audio! Dovrebbero mettere una pezza! Interessante comunque quel G27.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, intanto ti ringrazio per aver visitato il mio blog e per aver letto la recensione :)

      Si l'audio purtroppo è un pò deficitario, ma sono finalmente riuscito a migliorarlo significativamente in modo che il subwoofer funzioni bene, e i bassi ora si sentono molto di più con un audio decisamente più "pieno" di prima.

      Posterò prossimamente un aggiornamento della recensione con la procedura per migliorare l'audio, o nel caso creerò un articolo a parte.

      Elimina
  7. Ottima recensione, ne stavo valutando l'acquisto e direi che mi sono convinto; una domanda qualcuno a provato ad installare Linux (opensuse)?
    Grazie
    danilo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio!
      Guarda, anch'io sono interessato alla cosa ma purtroppo finora facendo alcune ricerche e seguendo un forum dedicato non ho trovato granché a riguardo, forse proprio perché è più un notebook da gaming e quindi la gente preferisce tenere su windows.
      In teoria però distribuzioni come Debian, OpenSUSE, Ubuntu/Kubuntu dovrebbero andare senza problemi...l'unica vera rogna potrebbe essere l'SSD (se lo prendi) ma soprattutto le due schede video (integrata e dedicata) e lo switch relativo, considerando anche che sia per Optimus che per Enduro non esistono driver Linux ufficiali ma ci si deve appellare a fonti esterne.
      In sostanza quindi, tranne queste due incognite, aggiungendo qualche ricerca sui driver di periferiche che potrebbero non funzionare perfettamente, installarci sopra distro Linux dovrebbe essere ok, ma purtroppo di garanzie finora non ne ho trovate da nessuna parte.

      Per qualsiasi altra cosa o dubbio non esitare a chiedere ;)

      Elimina
  8. Grazie mille per la recensione, sto infatti valutando a fine anno di prendere un notebook da gioco e stavo valutando se prenderlo da GURU, ONE o appunto Santech ma credo proprio che vista la qualità dell'assistenza propenderò per Santech!!

    Una curiosità se la sai, se lo prendo senza OS integrato per i driver ti danno un CD?

    Grazie

    Michelangelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie a te per aver letto la mia recensione ;-)

      Per quanto riguarda la tua domanda, il dvd dei driver dovrebbe essere incluso in ogni caso anche se non scegli l'OS, mentre il dvd di Windows 7 e 8 non è incluso (ma avendo il seriale basta scaricare la ISO dal sito microsoft).
      A distanza di un anno però, e con l'uscita dei nuovi modelli, potrebbe anche essere che le cose siano cambiate e per evitare di darti false informazioni ti consiglierei di chiedere direttamente al servizio commerciale di Santech (trovi la mail sul loro sito nella sezione "contatti", dovrebbe essere la prima in ordine), in un quarto d'ora o massimo mezz'ora -ma forse anche prima- dovrebbero risponderti.

      Per qualsiasi altra cosa non hai che da chiedere ;)

      Elimina
  9. Ciao,

    Sono anch'io un possessore di un N77 similare al tuo; la mia scheda grafica è una GTX675....
    Dopo un'anno e mezzo la batteria però non tiene più di 1 ora con la semplice naviogazione internet o programmi leggeri, impostando comunque in performance il PC.

    La tua batteria a distanza di 1 anno come scrivi è capace ancora di 2 -3 ore nell'utilizzo normale? Per esempio lo riesci a vedere un film a tutto schermo con solo la batteria?

    Grazie
    Alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, si a me tuttora anche guardando film di un paio d'ore circa (e specifico: film in 1080p) dura per tutta la durata del suddetto film e mi avanza anche, spesso mi ritrovo con ancora -più o meno- 20% di batteria.
      Nel caso invece io stia semplicemente andando su internet e sentendo musica mi dura sulle 2.30-3 ore, ovviamente però con luminosità NON al massimo.

      Tieni conto però di due cose: sono un tipo particolarmente pignolo e scrupoloso e ho cercato di mantenere la batteria nel miglior stato possibile, e ho preso alcuni accorgimenti a batteria inserita per aumentarne la durata (tra cui, per farti un esempio, disattivare il turbo boost del processore che consuma parecchio e per operazioni per così dire "normali è pressoché inutile)

      Elimina

Posta un commento