Un tributo all'umanità intera (?)


Piazza Duomo, a Milano (ovviamente)

Vai a Milano, dicevano. E' bella, c'è il Duomo, dicevano.
Sapete, devo dire che avevano proprio ragione. Eh si, Milano è bella, ma soprattutto sono soddisfatto di non aver avuto ripensamenti, perché nel caso in cui avessi deciso di non trasferirmi lì mi sarei perso una delle più grandi opere dell'uomo.
No gente, non parlo del Duomo, il quale impallidisce di fronte a cotanta maestosità. Ecco a voi, signore e signori, la VERA attrazione turistica milanese: quale architettura complessa, quale originale struttura.
Ma non solo, l'opera ha una caratteristica che non esiterei a definire "peculiare": le persone, anzi che dico, gli artisti che l'hanno creata hanno deciso di non esporla in un luogo chiuso, bensì all'aperto e in bella vista; in questo modo ognuno di noi, passando per Via Carnevali, dove l'opera risiede attualmente, può osservarla assaporandone appieno tutta l'essenza. L'opera è quindi a libera visione di chiunque.
E' inoltre leggenda ormai che, ad ogni visione di ogni fortunato che si imbatta in essa, l'opera comunichi qualcosa di diverso. Non è raro anche che, in occasioni particolari, le persone rimangano giornate a fissarla, poiché impotenti di fronte a tanta bellezza. A ciò ho dovuto, per forza di cose, inserire la mia personale foto scattata ad essa (si, ho avuto cotanta fortuna di visionarla) sotto un tag a comparsa; questo perché, inserendola direttamente nel post, si sarebbe perso l'effetto magico che l'opera trasmette.

In particolare potete osservare, nella parte destra nella foto, un essere vivente intento a contemplarla.
Buona visione.



Commenti

  1. Questo dimostra che non ha senso che la lega voglia dividere l'Italia..la monnezza c'e' sia a nord che a sud!!mazzini ne sarebbe fiero!!!

    RispondiElimina

Posta un commento